retro-braccio (di mare)

Fuggono le ore sulle

rocce sarde – dove facilmente

il mare agitato ci può inondare..

A tarda sera – un retrobraccio di mare dove

non s’ode più

alcun rumore (neppure quello tipico

umanoide-ciarliero) – si acquieta pure

l’avanbraccio un po’ lezioso (vischioso)

che odorava di mirto, insinuandosi

nei segreti anfratti…

Annunci

Informazioni su Alberto Nicola Giulini

No comment..
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...