su Pollock): frammenti

Interessante poi venire a sapere che il dipinto più quotato del mondo, fu creato da Jackson Pollock (1912-1956) – acquistato per una cifra esorbitante, pare addiritura astronomica, negli anni ’70 da Farah Diba, moglie dello scià di Persia, ora vale 250 milioni di dollari. Anche per i giapponesi che se ne intendono, è un gioiello dell’astrattismo, di grandi dimensioni; i dipinti di Pollock sono stati poi non dico copiati da mezzo mondo, ma hanno impresso una fatidica svolta nel panorama culturale dell’epoca, e continuano ad essere osannati ed imitati per forza di cose dappertutto.

Solo ‘I giocatori di carte’ di Paul Cézanne hanno un egual valore di mercato del dipinto pollockiano, chissà – forse sopravvalutato specie il Pollock, in quanto lui – anche come personaggio – morto follemente in auto assieme a due donne, decisamente è passato alla leggenda.
L’eterno femminino gioca a volte dei curiosi ‘scherzi’ del destino, e perfino favorevoli ad alcuni uomini o donne in questione. Mentre la maggior parte di essi se la tirano, per tutta la vita. – Detto ciò, non è che Pollock se la sia poi tanto goduta, per così dire, dato che visse ‘appena’ 44 anni e fu – come si può ben immaginare – estremamente tormentato. Semmai, come spesso accade, la casta dei business ha fatto un mucchio di soldi su di lui. Tutto ciò fa parte di quello che io chiamo il ‘tyrannicus mediaticus’. Detto per inciso, tale tiranno ha talmente tanto potere che imbriglia sempre ogni forma anche ‘onesta’ di politica, e quando tale tyrannus mediaticus non per caso entra lui stesso direttamente in politica, finisce per arrecare dei danni vieppiù incalcolabili.
#6 | IP
albert314
Sesso: Maschile<
Occupazione: Forse a big poet..
il bel film che nel 2000 Ed Harris dedicò a Jackson Pollock-
gli chiedono quando lui capisce di aver finito un quadro, e risponde laconico eppur frizzante, pieno di energia: “Tu non sai quando hai finito di far l’amore?” – E nel trailer pubblicitario del film, Pollock viene definito un artista che uscì dal caos per imporsi come il più grande, originale pittore americano del secolo scorso.

Su Mymovies (invece) appare la scritta: “L’artista alcolizzato che non riesce ad avere il giusto riconoscimento per la sua opera è già di per sé un cliché cinematografico perfetto”.

Annunci

Informazioni su Alberto Nicola Giulini

No comment..
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...