Caos, intonaco ..2

Mi riferisco, secondo passata esperienza personale, al perfettibile senso di godimento, anche sessuale ma certamente non solo, da parte di tante donne conosciute essenzialmente-carnalmente – in particolare durante gli anni che vanno dalla fine anni ’60 ai primi ’80 del precedente secolo – appena prima che arrivasse lo spettro internazionale dell’Aids a spaventare (letteralmente terrorizzare) un po’ tutte/i, in particolare nella vecchia Europa ma anche assai oltreoceano. Esaminerò dunque qua e là, sporadicamente, i perché – di tanti dettàmi del cosiddetto piacere erotico – per es. le mozioni dell’animo che hanno spinto così tante donne a multiformi gesti perfino d’amore vero e proprio, frammisto per altro a puro&bastardo consumo d’un piacere spesso convincente et suadente (quanto forse fine a se stesso, sovente debolmente impetuoso come sono i sensi) – quale si addice alle forme pur illusorie d’eterno femminino.- Mi rendo conto piuttosto, che si inframmezzano di continuo nella mia mente caotica-anarcoide, i tanti voli pindarici che sviano dalla cosiddetta retta via. L’amore o la passione che porto da sempre per la Donna (le donne) mi fa sperare comunque in un futuro un po’ diverso da questo sfigato presente (in perenne, permanente crisi generale, che forse porterà “alla fine di tutto”, dato che siamo già entrati in altra epoca et tempus-témporis, ad essere onesti non ancor definibile). Per fortuna ho due angeli alle spalle dal futuro anteriore o meglio remoto: uno, credo potrebbe essere lo spirito d’una femmina vissuta in epoca assai remota; l’altro invece lo sento anziano uomo di potere, credo proto-francese, buono e pio, tormentato, vissuto mi immagino in epoca romanica, inginocchiato presso uno spoglio altare.
…resta il fatto che numerosi messaggi mi vengono di notte oppure appena al travagliato risveglio, e credo che scrivere non faccia comunque male ad una persona particolarmente ossessionata dal proprio passato di piccolo libertino o libertario, schiavo dei sensi e padrone di quasi mai niente. Il fatto di essere vissuto in modo anomalo, ovvero poetico, ha tuttavia sviluppato nel sottoscritto un pensiero originale, per così dir filosofico, che mi ha permesso quantomeno di giungere fino agli attuali sessant’anni anagrafici, dimostrando a detta dei conoscenti – meno di cinquanta, forse perché non mi sono geneticamente zombificato.
[Modificato da albert314 07/07/2014 18:11]

Annunci

Informazioni su Alberto Nicola Giulini

No comment..
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...