da ‘Poesia, alleviatrice di dolori’ (alberto nicolajev, come mi chiamava mio fratello )

Passa-tempo (pasta del tempo)

Un amore o un odio non so – non oso profferire –

vasto almeno quanto un oceano
(qualora ci pervada) –
Un disprezzo fatale,  dettato da un rimorso
(antica puntura d’aspide?) –
Verso problematiche insonni – dove Ora però
non vado a s/finire – per fortuna o sorte –
almeno in questa terrestre svolta
dei cicli – in semisconosciute
stelle
Mai spente.
Annunci

Informazioni su Alberto Nicola Giulini

No comment..
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...