Archivi del mese: giugno 2014

incubi

Trasalisco quando i sogni diventano incubi – e la realtà vaga smarrita pei meandri della psiche, questa nottambula piena di ansietà, con i suoi striduli ma sordi campanelli d’allarme – come se giungessero da altri confini marginali di spazi siderali … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

ereticus?

Un giorno di nuovo come nei tempi molto antichi spargerò su ogni angolo della terra il mio seme (poetico ed impoetico ovvero eretico) sterminatore e redentore.

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

da: ‘versi di circostanza, di maniera come d’un commiato’

Una maniera di commiato –   Ho passato la mia vita ailludermi; trascorrendo glianni migliori sui binari d’unatraiettoriaanchesegnata da qualche superna realtà,ardente passione di sentir levitare la deposizione dei pesi quaggiù – il sale della vita tra grumi di dolore – Qualcosa … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Caos, intonaco e sepolcri imbiancati (nel tempo del folle sciupìo)

Un amico di Reggio nell’Emilia mi ha scritto, a proposito di messe (attuali) e chiese: “La fede come la religione vanno prese a gocce un po’ per volta, altrimenti invece che fare bene fanno un’overdose da schianto”. – Come dargli … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Oggi più di ieri..

Caos, intonaco e sepolcri imbiancati nel tempo del folle sciupìo…

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

(aggiornamento)

nacqui a Milano “livida e sprofondata per sua stessa mano” (come attesta in una sua canzone Ivano Fossati). Vissi per molto tempo sulle colline intorno a un lago piemontese: da quei paesi di funghi porcini (buoni e satanici) ho ereditato … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Tu

Tu mi chiedi con molta flemma: “Moriremo lontani?”,   nel plenilunio. Quindi rispondi a te stessa un po’ invasata  (come risorta da sybilla cumana): “Ecco perché…da allora   viviamo separati…”

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento